Il nuovo singolo di Simon Di Dio: “La Ballata dell’Infermiere”

Il nuovo singolo di Simon Di Dio: “La Ballata dell’Infermiere”

 59 visite totali,  3 visite oggi

A più di un anno di distanza dalla pubblicazione dell’album “Tempo” arriva il secondo lavoro in studio del cantautore Simon Di Dio, “La Ballata dell’Infermiere”, disponibile dal 01/12/2021 su Spotify, Youtube, Bandcamp e tutte le principali piattaforme di streaming. Il brano, prodotto in collaborazione con Giorgio Canini (produttore e sound engineer) e Leandro Firetto (musicista e compositore), si presenta come una novità assoluta nel panorama musicale italiano, una canzone di denuncia professionale nell’ambito ospedaliero: è il racconto fatto in prima persona da un infermiere (l’autore appunto) che narra il suo vissuto tragicomico quotidiano. Il nostro protagonista ci spiega in
musica come ogni giorno affronti turni massacranti tra responsabilità, obblighi e mala organizzazione, con condizioni lavorative e contrattuali spesso penalizzanti sia dal punto di vista professionale che retributivo.
Sebbene i turni siano un vero e proprio tour de force, Simon ci dice, ironizzando, che lui (come anche i colleghi) hanno l’obbligo di affrontare tutte le sfide che gli si pongono grazie al loro superpotere: “essere infermieri”.
Se il testo vuole essere ironico e pungente – con una chicca: la terza strofa è una divertente telecronaca che ci elenca le criticità della vita in corsia – l’arrangiamento folk/rock rende l’ascolto piacevole e scorrevole lasciando spazio al cantato incalzante che alterna parti narrative e descrittive a elenchi di farmaci e comuni terapie quasi volti a confondere l’ascoltatore e restituire la complessità delle situazioni che il nostro protagonista affronta nella sua professione.
«Nei primi mesi di pandemia gli infermieri sono stati definiti “eroi”» si sfoga Simon, ma «cosa succede quando tutto torna alla normalità? Cosa fa un eroe nella vita di tutti i giorni?». Questo ha voluto raccontare e, a nostro parere, il messaggio è arrivato.


Il link di pre-save sarà disponibile dal 20 novembre, per tutti gli aggiornamenti vi invitiamo a seguirlo via
Instagram (@simondidio) e Facebook (/simondidiomusic). Buon ascolto!

Simon Di Dio

NOTE D’AUTORE

Simon Di Dio nasce in Germania e cresce in Sicilia, in un piccolo paesino di provincia. La sua famiglia, seppur non agiata, è ricca di stimoli artistici: musicisti, pittori, poeti… Questo ambiente permette a Simon di crescere sperimentando l’arte a trecentosessanta gradi, frequentando corsi di musica e teatro. Gli anni del liceo lo vedono attivo sui palchi di tutta Sicilia con la rock band “The Gift”, con la quale scopre il mondo del rock e inizia a lavorare sui primi inediti. La consapevolezza che vivere di musica è una chimera, lo porta nel 2010 ad un cambiamento radicale: il cantante lascia la sua Sicilia per iscriversi alla facoltà di Infermieristica, presso l’Università di Siena. La scelta di studiare, presa nella speranza di costruirsi un futuro meno difficile, viene vissuta dall’artista con un certo senso di colpa, perché comporta il momentaneo abbandono del suo sogno di fare musica. Ma quella che sembrava una battuta d’arresto per la sua carriera artistica si rivela invece essere una grande risorsa di crescita personale: Siena, città storica ed affascinante in ogni suo aspetto, lo mette a confronto con scrittori, professori, filosofi e pensatori. Qui sperimenta nuovi stili di scrittura, creando canzoni, testi e romanzi, pubblicando infine la sua prima raccolta di poesie. Siamo al 2015: arriva la laurea in infermieristica e un’opportunità di lavoro con conseguente trasferimento in un’altra meravigliosa città italiana: Bergamo. Qui nasce la collaborazione con Giorgio Canini, produttore e sound engineer, e Leandro Firetto, poliedrico musicista e compositore, già intimo amico dai tempi del Liceo. Da questo trio nasce il primo lavoro in studio – “Tempo” – un LP eclettico, dall’impronta autobiografica, che alterna l’uso dell’italiano a quello del siciliano. L’album esce in uno dei momenti più delicati della storia della nostra nazione: l’inizio dell’anno 2020. Tutti sanno cos’è successo a quel punto. Essere infermiere a Bergamo nel Marzo del 2020 allo scoppio della pandemia non si direbbe essere il momento ideale per dedicarsi all’uscita del proprio album di esordio. Eppure anche questo colpo, con i suoi traumi e i suoi momenti oscuri, altro non è che another brick in the wall (un altro mattone nel muro), come ogni esperienza della vita.


Il 1º Dicembre 2021, a distanza di quasi due anni, esce il nuovo singolo: LA BALLATA DELL’INFERMIERE.