Mostra d’Oltremare e Tutto Sposi pianificano la fiera 2021

 151 visite totali,  1 visite oggi

Un evento di Wedding a cui darà il suo contributo anche Asso Fiere pronta a sostenere la ripartenza per gli espositori

Da un lato l’accordo tra Mostra d’Oltremare e Tutto Sposi (16-24 ottobre) la fiera del Wedding più importante d’Italia, dall’altro l’azione di supporto di Asso Fiere per favorire la ripartenza del settore con sostegni agli espositori. Questa la sintesi della riapertura del mondo  fieristico in Campania che, grazie al nuovo Dpcm, potrà iniziare dal 15 giugno prossimo.

Lino Ferrara (1).jpg

               Il patron di Tutto Sposi, Lino Ferrara, auspica così la ripresa: “Non vediamo l’ora di riprendere le nostre attività fieristiche e siamo fiduciosi della sinergia che trova una forte sponda nella nuova governance della Mostra d’Oltremare per indicare ogni utile iniziativa volta a facilitare le imprese che decidono di promuoversi, per la ripresa, attraverso il Sistema Fieristico. Dal canto nostro, in qualità di presidente di Asso Fiere, siamo pronti a farci portavoce, nei confronti degli enti preposti, delle istanze delle sempre più numerose imprese che aderiscono sostenendoci e che necessitano di contributi ed agevolazioni per un rilancio post Covid che faciliti la ripartenza e lo sviluppo dei mercati fermi da oltre 18 mesi a causa della pandemia”.

388A2240.JPG

Anche i vertici di MdO spingono per la ripartenza del settore fieristico: “Abbiamo concordato e definito ogni dettaglio per la fiera Tutto Sposi in programma ad ottobre 2021 (16-24), un’intesa che premia la nostra grande volontà di dare impulso al settore e in particolare a quello dei matrimoni – dichiara la neo consigliera delegata di MdO, Maria Caputo -. Una ripresa programmata, proprio ripartendo dai due brand di Mostra d’Oltremare: Nauticsud e Tutto Sposi”. Condivisioni d’intenti tra i vertici direttivi della Mostra che trova riscontro anche nelle parole del presidente Remo Minopoli: “Le difficoltà che stiamo attraversando da marzo del 2020 ad oggi hanno creato molti disagi non solo alle Fiere, che non si sono potute effettuare, ma anche alla società che ha subito perdite importanti. Trovare intese ed equilibrio tra le parti è un modello comportamentale produttivo e fattivo è il nostro obiettivo primario”. L’intesa siglata segna dunque il rilancio dell’attività fieristica alla Mostra d’Oltremare, polo di riferimento oltre che per la Campania anche per tutto il centro sud Italia. Asso Fiere, in questo panorama di ripresa e ripartenza si propone come braccio operativo che raccoglie tutte le imprese del territorio che hanno sempre scelto il Sistema Fieristico quale principale strumento di marketing per promuoversi e ripartire dopo lo stop, anche attraverso mirate attività di sostegno agli imprenditori, aderendo al PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ndr) ed utilizzando i fondi del Recovery Fund.

Occorre sollecitare i soci di Mostra d’Oltremare – afferma Lino Ferrara, presidente di Asso Fiere – per avere finalmente una legge regionale sulle Fiere senza la quale non si riescono a drenare risorse dallo Stato e coinvolgere le Camere di Commercio con bandi ad hoc per contribuire alle spese di partecipazione alle fiere. Nella prossima riforma fiscale non escludo un credito d’ imposta e sgravi per le spese sostenute per la ripresa attraverso le fiere”.