Il nuovo singolo di Riccardo Fogli: “La tenerezza 93”

Il nuovo singolo di Riccardo Fogli: “La tenerezza 93”

 289 visite totali,  2 visite oggi

L’artista, dopo vent’anni, ritorna con un nuovissimo inedito che è una bellissima lettera d’amore dedicata al figlio Alessandro

Riccardo Fogli ha pubblicato il suo ultimo brano intitolato “La Tenerezza 93”, in uscita sulla maggiori piattaforme digitali a partire dal 19 marzo 2021, in formato cd e vinile 45 giri, che arriva dopo quasi vent’anni dall’ultimo inedito da solista (“Romanzo”) interpretato dal cantautore nella sua partecipazione alla kermesse musicale del Festival di Sanremo nel 1996. Una canzone già scritta otto anni fa insieme a Nicola Greco, compositore e autore della parte musicale, ma i concerti con la new reunion dei Pooh, avevano fatto restare il brano incompiuto con quelle «venti righe» che erano rimaste nel cassetto per molto tempo. “La Tenerezza 93” è una vera e propria lettera d’amore elettrizzante ed intima che lo stesso artista ha voluto dedicare al figlio Alessandro, di 26 anni, spiegandogli di non arrendersi mai nella vita e implorando il suo perdono per come il mondo è finito e per come le cose stanno andando. Ecco l’annuncio sulla sua pagina social Instagram:

Il termine Tenerezza nel brano ripercuote anche il significato di ecologia e green che viene spiegato dal figlio Alessandro allo stesso artista in una generazione dove si fa la raccolta differenziata rispetto agli anni antecedenti. Riccardo Fogli racconta che “il mestiere di padre non è mai facile e per un papà musicista in giro per il mondo può essere ancora più complicato. Queste venti righe di teneri pensieri, sono nate quando mio figlio, dopo la maturità, stava decidendo cosa studiare all’università, rimandando di mese in mese la scelta”. Continuando – “La tenerezza 93” è un’intensa canzone con la quale Riccardo Fogli chiede scusa a suo figlio (“Ti chiedo scusa delle mie promesse… Delle foto di quegli anni là”), ma anche “a tutti i figli di tutti i padri” per aver lasciato loro un mondo malato e logoro, mentre “noi figli dei fiori ostentiamo foto di anni pieni di libertà che, da ragazzi e ragazze, abbiamo conquistato lottando attraverso la musica e la protesta, sempre con amore“. Questa bellissima canzone è prodotta da Filadelfo Castro (già arrangiatore di “Mondo 2020” uscito qualche mese fa).
    L’uscita dell’inedito sarà accompagnata dall’omonimo videoclip a partire dal 20 marzo su Youtube, girato a Lazise sul lago di Garda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *