Arte e innovazione d’impresa: al via “Wine Art Contest” e “GreenPrix”

Arte e innovazione d’impresa: al via “Wine Art Contest” e “GreenPrix”

 154 visite totali,  1 visite oggi

Dal MAVV due nuovi premi per la cultura, lo sviluppo e il mondo dell’enologia.Pubblicati i bandi di partecipazione

Il mondo del vino incontra i giovani e le imprese: al via due concorsi nazionali, il Wine Art Contest e il GreenPrix, dedicati all’arte, alla cultura, all’innovazione e alla sostenibilità nei settori wine, agrifood, enoturismo e dell’industria culturale e creativa settoriale. A lanciarli è il MAVV, il Museo dell’Arte, del Vino e della Vite, impresa culturale nata per  promuovere il settore come risorsa di sviluppo economico e patrimonio artistico, scientifico, culturale e storico del territorio e che ha sede nel prestigioso palazzo Reale di Portici.

Sostenuta, tra gli altri, dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, l’iniziativa è volta a coinvolgere, valorizzare e promuovere giovani talenti artistici e neoimprenditori. Il Wine Art Contest, dal profilo creativo e artistico, è dedicato a tutti coloro che intendono esprimersi attraverso le varie forme d’arte ispirandosi al vino, mentre il GreenPrix consiste in un riconoscimento conferito a giovani imprese e startup innovative che operano nel settore dell’enologia. La partecipazione ai due concorsi è gratuita. I regolamenti di candidatura sono pubblicati online sui siti e i social media ufficiali del MAVV Wine Art Museum (www.museoartevino.it, www.wineartmuseum.com, www.wineartfest.com). La premiazione dei vincitori si terrà il 24 settembre nella Reggia di Portici. Tra arte, cultura e paesaggio il concorso dà spazio alla creatività di giovani talenti, mettendo al centro il nettare degli Dei, il Vino. La manifestazione prevede assegni premio, audizioni, partecipazioni a festival (Wine Art Fest), workshop, performance e produzioni. Il contest sarà gestito sui social con la fase finale in presenza alla Reggia di Portici, nel rispetto della normativa  per la gestione dell’emergenza pandemica. Iscrizioni fino al 6 settembre prossimo, con l’invio delle opere e delle performance artistiche candidate (foto, clip, audiovisivi, etc.), al sito www.contest.museoartevino.it. Un comitato di esperti del MAVV Wine Art Museum selezionerà venti opere da sottoporre a una giuria formata da personalità di alto profilo, culturale, artistico e sociale. Il primo classificato riceverà un assegno di 1.000 euro. Saranno conferiti assegni e riconoscimenti anche al secondo e terzo classificato, nonché premi speciali (design e comunicazione visiva, danza, fotografia e video, pittura e disegno, musica e suoni, canzoni, etc.). Gli artisti selezionati saranno coinvolti in workshop ed eventi del MAVV Wine Art Museum e dei partner del concorso. Creare un’impresa è un’opera d’arte. Questo il concetto a cui si ispira il MAVV e con il quale promuove il GreenPrix, un premio speciale nel mondo del vino per valorizzare le idee e i progetti di startup e aziende, che si sono distinti per innovazione, creatività e sostenibilità. L’idea migliore, nel campo del wine, l’agrifood, l’enoturismo e l’industria creativa e culturale del settore, sarà premiata con percorsi di incubazione e/o accelerazione (mentoring, tutoring, empowerment imprenditoriale, formazione strategie di marketing e comunicazione, networking e funding) e di supporto manageriale per la consulenza contabile, fiscale, advisory legale, amministrativa, finanziaria di startup e di finanza agevolata a cura di partners qualificati. Il soggetto vincitore, designato da una commissione giudicatrice, composta da personalità del mondo sociale, economico, culturale e da esperti, verrà accompagnato nella sua crescita grazie a un supporto specialistico e consulenziale del valore di 26.000 euro.

La call si chiuderà il 13 settembre e le candidature sono aperte nell’area dedicata del sito www.contest.museoartevino.it. Hanno concesso il patrocinio: Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, Ismea, Crea, Ente nazionale per il Microcredito, Invitalia, Università degli studi di Napoli Federico II, Accademia dei Georgofili di Firenze, Accademia di Belle arti di Napoli, Conservatorio San Pietro a Majella, Fondazione ente ville Vesuviane, Unione degli Industriali della provincia di Napoli, Consiglio regionale della Campania,  Città metropolitana di Napoli, Comuni di Ercolano, Napoli e Portici. Il Wine Art Contest e il GreenPrix si avvalgono del sostegno di BPER Banca, il cui intento è quello di investire sulle idee, sul capitale umano che con spirito creativo interpreta le risorse dei territori per generare soluzioni innovative e di sviluppo. «La nostra partecipazione – spiega Ezio Mazzaro, area Manager Napoli – ha un duplice obiettivo: da una parte sostenere l’impostazione culturale e imprenditoriale del MAVV e dall’altra favorire il coinvolgimento attivo dei giovani in iniziative di qualità».

L’iniziativa vede anche la collaborazione, oltre che il sostegno, di Entopan Innovation, Partiagevolato – Keyone Consulting, Farzati Tech, Agilae e Alma Seges. Alla realizzazione del Wine Art Contest e il GreenPrix collaborano come media partner Corriere del Mezzogiorno, Miutifin e Nomea. Le iniziative e gli eventi del Wine Art Contest e del GreenPrix vedranno la collaborazione delle Fondazioni Ampioraggio e UniVerde; delle imprese 30 Miles Film, Consorzio Costa del Vesuvio, Databenc, Produzione Engage, Palazzo del corallo – Russo cammei, La Dispensa del Re, La Tonnellerie di Epistolato e Skill Factory; degli istituti di istruzione e ricerca liceo  artistico statale Giorgio De Chirico di Torre Annunziata, Dipartimento di Agraria, Osservatorio Giovani – Dipartimento Scienze sociali e cattedra Unesco “Salute e Sostenibilità” dell’Università degli studi di Napoli Federico II; e delle associazioni Amira, Angi – Associazione nazionale Giovani innovatori, Art1307, Artis Suavitas, Assinrete, Diaphonia, Elea Academy, Gioia di vivere, Macs, Museo Emblema, Portici Borbonica e Suoni del Sud.

MAVV – Museo dell’Arte, del Vino e della Vite

È un’impresa culturale nata per far conoscere in modo diffuso il mondo del Vino anche come patrimonio artistico, scientifico e storico del territorio. La mission è quella di promuovere il settore della cultura legato all’enologia come risorsa dello sviluppo economico e del “Made in Italy”. Il MAVV è ospitato nella Reggia di Portici, dal Centro Musa del Dipartimento di Agraria dell’Università degli studi di Napoli Federico II, dove gestisce un’esposizione multimediale e interattiva sulla cultura del Vino. Le attività museali, culturali, divulgative e formative del MAVV fondano sullo stretto rapporto con l’arte e la cultura. «Attraverso eventi, nel nome del gusto e del bello, colleghiamo il mondo del nettare degli Dei alle arti visive, alla cultura, alla storia, all’archeologia – illustra Eugenio Gervasio, fondatore e amministratore del MAVV –; il tutto, con un format che coniuga innovazione e tradizione, attraverso exhibit multimediali, laboratori e percorsi sensoriali».

Il MAVV è una start up, unica e singolare nel panorama delle iniziative dell’industria culturale  e turistica esperienziale, che intende diventare protagonista dell’era digitale, promuovere e sostenere le nostre eccellenze.

www.museoartevino.it

info@museoartevino.it