Il Newyorkese Doc: Ciro Iovine, Napoli e la sua pizza a New York

 26 visite totali,  1 visite oggi

Tra i vastissimi sapori italiani che troviamo in giro per New York nulla ci attira e ci fa sentire a casa come “Song’ e Napule NYC”, la pizzeria di Ciro Iovine nominata come la migliore al mondo fuori dall’Italia.

La storia di Ciro

Ciro, nato nel 1982 a Napoli, da subito è stato attratto dal mondo della pizza e, trascinato dalla passione del suo fratello pizzaiolo, si è innamorato di questo lavoro. Dopo aver appreso tutti i segreti del mestiere grazie a Rino Di Napoli a Fuorigrotta, Ciro ha spiccato il volo per l’America, di preciso per New York, il luogo del cuore in cui da sempre ha sognato di aprire una pizzeria tutta sua. Dopo tre anni di vita nella Grande Mela, battezza insieme alla moglie un piccolo locale: “Song’ e Napule New York”. Situato al numero 146 di West Houston Street, la pizzeria di Ciro è un locale molto piccolo ma pieno di colori, quadri e tanto amore. La pizza, ovviamente, non poteva che rispecchiare la classica pizza napoletana con materie di prima qualità, dall’olio al pomodoro al famoso fiordilatte. Ciò che lo contraddistingue, però, è l’accoglienza. Entrare in posti come la pizzeria di Ciro vuol dire sentirsi a casa. Il segreto della sua pizza è una lavorazione di un preimpasto e una maturazione di 12 ore a temperatura controllata che va dalle 24 alle 48 ore. La cottura della pizza viene fatta unicamente in un forno di tradizione Napoletana con una temperatura che va dai 450 -500 gradi centigradi. Ancora una volta, un sogno realizzato grazie alla passione, alla determinazione e in primis all’amore. Occhi lucidi ed un grande sorriso, ecco le emozioni che trasparivano sul volto di Ciro durante la conquista della Top Italian Restaurant. Quest’anno è stata la sua seconda premiazione, una conferma che ha portato in alto il nome della sua terra, Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *